BEATO

Sulla logica della beatitudine. 
On logic of bliss.
2022

acrilico, inchiostro, fotografia su stampa digitale
acrylic, ink, photography on digital print
100x140 cm
collettiva⁄collective
Canto Civile, Casa delle Memoria, Milano



Identità del sacro.
Il sogno che diventa eterna immagine.
Per una beatificazione dell’immagine di PPP bisogna percepire la logica della beatitudine, del sacro materiale.
L’icona assume il controllo della realtà sacra, muta infinite volte, scambia i ruoli, finge ma il sangue è vero, il dolore si sente, la visione è completa.
Perchè sacralizzare PPP vuol dire ammettere che l’azione vitale è più forte dello spirito pensato, del dogma ripetuto, della rimessa dei peccati.
Questo PPP lo aveva capito e quindi non esiste lo spirito separato dal corpo: esiste solo la realtà della vita, dei segni che la vita vuole rivelarti, di quello che effettivamente vuoi che succeda. Il peccato, il corpo, il piacere del corpo si manifestano in tutta la loro ingenua attrazione e perdono via via l’odore del peccato diventando beatitudine.
Questa, forse, è la logica che la vita tutta di PPP ha saputo inseguire, con le azioni, le immagini, i suoni, le parole, i segni che adesso, ora, per sempre cerco disperatamente di ritrovare, di ricordare e tutto questo commuove, fa sperare, rassicura, ecco.

Identity of the sacred. 
The dream that becomes an eternal image. 
For a beatification of the image of PPP it is necessary to perceive the logic of bliss, of the sacred material. The icon takes control of the sacred reality, changes infinite times, exchanges roles, pretends but the blood is real, the pain is felt, the vision is complete. 
Because sacralising PPP means admitting that vital action is stronger than the thought spirit, the repeated dogma, the forgiveness of sins. 
PPP had understood this and therefore did not the spirit separate from the body exists: there is only the reality of life, of the signs that life wants to reveal to you, of what you actually want to happen. Sin, the body, the pleasure of the body manifest themselves in all their naive attraction and gradually lose the smell of sin, becoming bliss. 
This, perhaps, is the logic that the entire life of PPP has been able to follow, with the actions , the images, the sounds, the words, the signs that now, now, forever I desperately try to find again, to remember and all this moves, gives hope, reassures, that's it.