ANAHID

Conservare l’acqua. 
Conserve water.
2019

installazione⁄installation
disegno e tecnica mista su carta di Tivoli + bicchieri
misure variabili
drawing and mixed media on Tivoli paper + glasses
variable measures
Spazio Thetis Edificio Lamierini
Arsenale Nord, Venezia
a cura di⁄edited by Laura Lucibello.



Il tema dell’acqua è facilmente intuibile, creativo ma difficile da ragionare.
Una installazione dove la sequela di carte disegnate fungono da idea dell’acqua, con il suo perimetro costruito dal contorno dei fogli. Il disegno vuole mostrare la sottile superficie difficile da trattenere perché, appunto, l’acqua non si può contenere se non in un contenitore. 
I bicchieri vogliono tentare di salvare l’acqua ma sono piccoli, pochi, deboli. 
Lo spazio aptico costituisce il margine percettivo del non vedente, la consapevolezza del corpo e del tutto che lo circonda.
Il mare, l‘acqua per sua natura forma un corpo quando si espande delimitando il perimetro del tempo e dello spazio. 
Si mostra precario, ineffabile e magico. L‘installazione non ha un solo punto di vista, non mostra una realtà ma i suoi limiti. È pura immaginazione, ed i bicchieri servono per raccogliere questa luce. Anche questo mi nuoce.
The theme of water is easily understood, creative but difficult to reason with. 
An installation where the sequence of drawn papers act as an idea of water, with its perimeter constructed from the outline of the sheets. The drawing aims to show the thin surface that is difficult to retain because, in fact, water cannot be contained except in a container. 
The glasses try to save the water but they are small, few, weak. The haptic space constitutes the perceptive margin of the blind person, the awareness of the body and everything that surrounds it. The sea, water by its nature forms a body when it expands, delimiting the perimeter of time and space. It appears precarious, ineffable and magical. 
The installation does not have a single point of view, it does not show a reality but its limits. It is pure imagination, and the glasses serve to collect this light. This also harms me.